Produzione semplificata grazie alle macchine modulari – EMAG alla EMO 2015

10/02/2015 - Markus Isgro


Lo stand EMAG alla prossima Fiera EMO 2015 (al Pad. 4 - Stand B23) sarà totalmente dedicato al concetto di macchine modulari, cioè ad una tipologia di macchina configurabile per le più svariate esigenze di produzione e dotata di sistemi di automazione standardizzati, per il collegamento di più macchine in modo veloce ed efficiente. Lo scopo è ottenere un sistema di produzione completo mediante un concetto di macchina innovativo, in grado di lavorare anche particolari di grandi dimensioni.
In breve: EMAG dimostrerà come le macchine modulari siano in grado di aumentare la produttività e semplificare il processo produttivo. 

La gamma di macchine modulari EMAG si è sviluppata nel tempo e oggi è davvero  considerevole: dai classici torni verticali per pezzi a sbalzo (macchine VL) e alberi  (macchine VT), alla dentatrice a creatore verticale VL 4 H; dalla sbavatrice verticale VLC 100 C al centro di tornitura e rettifica verticale VLC 100 GT, fino alle macchine per la tempra a induzione della serie MIND di eldec, al sistema di saldatura laser della serie ELC e alle macchine PECM – oggi EMAG offre la macchina giusta per quasi ogni applicazione e tecnologia.

Standardizzate, flessibili, modulari

Il concetto di macchine modulari è stato sviluppato con l'intento di realizzare una tipologia di macchine che permettesse agli ingegneri di processo di progettare linee di produzione in modo molto semplice, garantendo una qualità e una produttività pari a quelle tipicamente offerte dalle macchine EMAG.
Ne è scaturito così un concetto di macchine in grado  di combinare i comprovati punti di forza delle macchine EMAG, cioè l'automazione pick-up e la qualità della lavorazione, con l'ampia gamma  di tecnologie del Gruppo EMAG.

Struttura standardizzata per processi semplificati

Ad accomunare le macchine modulari è la medesima struttura di base, dietro la quale si cela una "strategia di standardizzazione dei pezzi", ciò significa che, anche per le macchine che prevedono l’integrazione di tecnologie differenti, è possibile utilizzare in molti casi i medesimi pezzi di ricambio, riducendo fortemente i costi di stoccaggio.
Unitaria è anche la struttura compatta delle macchine che, grazie all'automazione integrata, presenta un ingombro estremamente ridotto. Per quanto riguarda l'automazione, le macchine modulari sono dotate di serie di automazione pick-up, che prevede la presa automatica dei particolari mediante mandrino pick-up direttamente dal nastro di trasporto, velocizzando il processo di carico e scarico. Con questo tipo di automazione risulta semplice concatenare le macchine, mantenendo comunque uno standard di efficienza molto elevato.
Le macchine modulari rappresentano dunque un vero e proprio concentrato di vantaggi: la struttura compatta permette la disposizione in spazi ristretti e l'automazione pick-up integrata, con nastro di trasporto posizionato sempre alla stessa altezza, rende necessario prevedere soltanto il trasporto dei particolari da una macchina all'altra. Naturalmente EMAG offre anche il sistema di automazione più idoneo per la concatenazione delle macchine.

Sistemi di automazione perfettamente compatibili

Il modo in cui le macchine vengono collegate dipende dal tipo di applicazione richiesta e i nostri clienti possono scegliere tra un'ampia gamma di moduli di automazione, tutti compatibili al 100% con le macchine modulari. Grazie ai nastri trasportatori posizionati alla stezza altezza è possibile collegare un numero potenzialmente infinito di macchine, utilizzando unità di trasferimento e di ribaltamento. Con le macchine modulari non è più necessario integrare sistemi robotizzati aggiuntivi, ma l’opzione rimane possibile in qualunque momento (per es. per lo scarico su pallet). Ed EMAG non sarebbe EMAG, se non avesse previsto anche nel campo dell'automazione un concetto innovativo che verrà presentato in anteprima mondiale alla EMO 2015.

TrackMotion – Trasporto dei pezzi come su rotaia

Il nuovo sistema di automazione TrackMotion è un'altra delle novità del Gruppo EMAG, che combina in un'unica soluzione di automazione nastri trasportatori, unità di trasferimento e di ribaltamento.
In altre parole, Il TrackMotion è un sistema automatico concepito per il collegamento di due o più macchine e basato sull’utilizzo di un sistema a navetta a CN in grado di asservire le diverse unità di lavoro poste in linea.
Il modulo di automazione dispone di guide di scorrimento a doppio binario per consentire la movimentazione delle unità Lift, dedicate al trasferimento pezzi, alle unità di lavoro. Grazie alla disposizione nella parte posteriore delle macchine, il sistema richiede uno spazio di installazione ridotto ed essendo anch’esso un sistema modulare, può essere ampliato a seconda delle esigenze di produzione, variando la lunghezza del binario e il numero delle unità Translift.
Il TrackMotion è inoltre estremamente veloce: con velocità di spostamento in orizzontale di 150 m/min. e in verticale di 25 m/min., il sistema garantisce ottime prestazioni.

È evidente che, con il concetto di macchine modulari e con i corrispondenti moduli di automazione, EMAG è riuscita a sviluppare un sistema di macchine utensili con il quale, non solo i processi produttivi vengono nettamente semplificati, ma con cui è anche possibile aumentare notevolmente la produttività. Venite a scoprire le novità e i prodotti del Gruppo EMAG alla EMO 2015: Stand B23 – Pad. 4.

I FATTI:

  • La struttura unitaria delle macchine semplifica la progettazione della produzione
  • Massima produttività grazie all'automazione pick-up integrata
  • L’altezza standard dell’automazione semplifica il trasferimento dei particolari
  • Moduli di automazione EMAG perfettamente compatibili con le macchine
  • Il TrackMotion combina trasporto, ribaltamento e deposito pezzi in uno spazio ridotto

Referenti

Markus Isgro

Press and Communication

Telefono: +49 7162 17-4658
Fax: +49 7162 17-4027
E-mail: communications@emag.com

Immagini