Assemblaggio perfetto dei componenti per motopropulsori

05/21/2014 - Oliver Hagenlocher


Componenti sempre più complessi e lotti sempre più piccoli: la produzione di motopropulsori deve affrontare sfide importanti. A questo proposito, il metodo di giunzione termica è l'ideale per numerose applicazioni: quando occorre montare camme e/o ruote dentate sugli alberi, la tecnologia di preriscaldamento e giunzione consente una riduzione significativa del peso dei componenti e un'elevata densità funzionale dell'albero. Il metodo è indicato anche per la lavorazione di pezzi sottoposti a coppie elevate e carichi dinamici. Gli specialisti della giunzione di EMAG Automation sviluppano soluzioni di produzione individuali e flessibili.

Nella produzione di motopropulsori, flessibilità ed efficacia sono requisiti importanti: in un unico stabilimento devono poter essere prodotti diversi alberi a camme o alberi di trasmissione con geometrie complesse e quantità di pezzi variabili. Inoltre, il componente vero e proprio deve soddisfare requisiti sempre più elevati. Si impiegano materiali ad alta resistenza e anche la geometria diventa più complessa: il componente deve spesso diventare più piccolo e leggero. In questo contesto, gli alberi a camme compositi, ad esempio, acquistano sempre più rilevanza nell'industria automobilistica: i loro singoli componenti vengono prodotti in quantità maggiori per poi essere assemblati in base alla variante del motore. In questo modo si riducono nettamente i costi di produzione, pur mantenendo elevata la precisione.
 
Enormi potenziali economici
I costruttori di macchinari EMAG Automation di Heubach (Aalen) sviluppano la tecnologia di preriscaldamento e giunzione necessaria per queste lavorazioni. Il procedimento brevettato EMAG consente di produrre componenti di precisione. La giunzione termica viene impiegata in particolare per gli alberi a camme compositi e si contraddistingue per un ciclo privo di forza di reazione. All'interno degli impianti EMAG il componente viene dapprima portato esattamente alla temperatura necessaria mediante riscaldamento induttivo o a contatto.
L'unità di preriscaldamento è adattata geometricamente al pezzo e dispone di un controllo di temperatura integrato.

Successivamente il pezzo riscaldato viene unito all'albero mediante giunzione senza applicazione di forza. Raffreddandosi, il pezzo si salda intorno all'albero. Una combinazione di robot, assi NC e tecnica di presa consente di ottenere un processo con un gioco tra giunti inferiore a 15 micrometri. Per gli alberi a camme, ad esempio, l'intero ciclo di assemblaggio, dalla presa dei vari componenti fino all'accoppiamento dinamico, dura solo 7 secondi circa. In circa 40 secondi si ottiene un albero a camme completo per un motore a quattro cilindri. Il ciclo generale all'interno dell'impianto EMAG promette una velocità ancora maggiore: mentre un componente viene unito mediante giunzione, il componente successivo viene riscaldato in parallelo.

Ma gli utilizzatori non beneficiano solo di cicli di lavorazione brevi: il procedimento, infatti, offre anche un notevole grado di libertà costruttiva. Con l'ausilio del procedimento EMAG si possono unire numerosi materiali, ad esempio camme fucinate o sinterizzate, che dopo la giunzione non vengono più rettificate. I componenti secondari, quali tappi o terminali, vengono invece prodotti con materiali più economici. Ne derivano interessanti potenziali di risparmio. Allo stesso tempo, l'approccio influisce positivamente su sviluppo e funzionalità, poiché da un lato ogni singolo componente può essere adattato alle richieste e dall'altro lato aumenta la densità funzionale; all'occorrenza le ruote dentate sono posate direttamente sugli spallamenti e in uno spazio di costruzione esiguo si possono realizzare numerose nuove varianti di componenti in tutta semplicità.

Costruzione su misura dell'impianto
Qual è il know-how specifico dell'industria meccanica su cui si basa la costruzione delle macchine per assemblaggio? Il punto decisivo è sicuramente il processo produttivo sensibile dal riscaldamento alla giunzione, fino al raffreddamento. Gli specialisti EMAG dispongono dell'esperienza necessaria per sviluppare impianti che offrono la massima sicurezza di processo e, in ogni caso, l'intero impianto viene configurato su misura per l'ambiente produttivo.

I costruttori di macchinari del sud della Germania sono ottimisti riguardo al potenziale economico della loro tecnologia, come nei mercati asiatici emergenti, dove dimostra tutta la propria efficacia in una produzione automobilistica in fortissima espansione, che nei prossimi anni costringerà numerose aziende di lavorazione conto terzi ad aumentare le proprie capacità produttive. EMAG Automation propone una soluzione per l'industria meccanica che offre una risposta mirata allo sviluppo tecnologico futuro. Uno sguardo alla costruzione dei motori per i veicoli commerciali moderni evidenzia chiaramente come questo sviluppo sia di fatto complementare alla tecnologia di giunzione. I motori sono dotati di alberi a camme con elementi a cuscinetto integrati. Di conseguenza i processi finali di rettifica dell'albero non sono più possibili perché i trucioli prodotti potrebbero danneggiare i cuscinetti. Per questo motivo si impiegano esclusivamente alberi compositi – un approccio costruttivo che, in futuro, è destinato ad acquisire importanza nel settore dei veicoli commerciali.
Componenti sempre più complessi e lotti sempre più piccoli: la produzione di motopropulsori deve affrontare sfide importanti. A questo proposito, il metodo di giunzione termica è l'ideale per numerose applicazioni: quando occorre montare camme e/o ruote dentate sugli alberi, la tecnologia di preriscaldamento e giunzione consente una riduzione significativa del peso dei componenti e un'elevata densità funzionale dell'albero. Il metodo è indicato anche per la lavorazione di pezzi sottoposti a coppie elevate e carichi dinamici. Gli specialisti della giunzione di EMAG Automation sviluppano soluzioni di produzione individuali e flessibili.

Nella produzione di motopropulsori, flessibilità ed efficacia sono requisiti importanti: in un unico stabilimento devono poter essere prodotti diversi alberi a camme o alberi di trasmissione con geometrie complesse e quantità di pezzi variabili. Inoltre, il componente vero e proprio deve soddisfare requisiti sempre più elevati. Si impiegano materiali ad alta resistenza e anche la geometria diventa più complessa: il componente deve spesso diventare più piccolo e leggero. In questo contesto, gli alberi a camme compositi, ad esempio, acquistano sempre più rilevanza nell'industria automobilistica: i loro singoli componenti vengono prodotti in quantità maggiori per poi essere assemblati in base alla variante del motore. In questo modo si riducono nettamente i costi di produzione, pur mantenendo elevata la precisione.
 
Enormi potenziali economici
I costruttori di macchinari EMAG Automation di Heubach (Aalen) sviluppano la tecnologia di preriscaldamento e giunzione necessaria per queste lavorazioni. Il procedimento brevettato EMAG consente di produrre componenti di precisione. La giunzione termica viene impiegata in particolare per gli alberi a camme compositi e si contraddistingue per un ciclo privo di forza di reazione. All'interno degli impianti EMAG il componente viene dapprima portato esattamente alla temperatura necessaria mediante riscaldamento induttivo o a contatto.
L'unità di preriscaldamento è adattata geometricamente al pezzo e dispone di un controllo di temperatura integrato.

Successivamente il pezzo riscaldato viene unito all'albero mediante giunzione senza applicazione di forza. Raffreddandosi, il pezzo si salda intorno all'albero. Una combinazione di robot, assi NC e tecnica di presa consente di ottenere un processo con un gioco tra giunti inferiore a 15 micrometri. Per gli alberi a camme, ad esempio, l'intero ciclo di assemblaggio, dalla presa dei vari componenti fino all'accoppiamento dinamico, dura solo 7 secondi circa. In circa 40 secondi si ottiene un albero a camme completo per un motore a quattro cilindri. Il ciclo generale all'interno dell'impianto EMAG promette una velocità ancora maggiore: mentre un componente viene unito mediante giunzione, il componente successivo viene riscaldato in parallelo.

Ma gli utilizzatori non beneficiano solo di cicli di lavorazione brevi: il procedimento, infatti, offre anche un notevole grado di libertà costruttiva. Con l'ausilio del procedimento EMAG si possono unire numerosi materiali, ad esempio camme fucinate o sinterizzate, che dopo la giunzione non vengono più rettificate. I componenti secondari, quali tappi o terminali, vengono invece prodotti con materiali più economici. Ne derivano interessanti potenziali di risparmio. Allo stesso tempo, l'approccio influisce positivamente su sviluppo e funzionalità, poiché da un lato ogni singolo componente può essere adattato alle richieste e dall'altro lato aumenta la densità funzionale; all'occorrenza le ruote dentate sono posate direttamente sugli spallamenti e in uno spazio di costruzione esiguo si possono realizzare numerose nuove varianti di componenti in tutta semplicità.

Costruzione su misura dell'impianto
Qual è il know-how specifico dell'industria meccanica su cui si basa la costruzione delle macchine per assemblaggio? Il punto decisivo è sicuramente il processo produttivo sensibile dal riscaldamento alla giunzione, fino al raffreddamento. Gli specialisti EMAG dispongono dell'esperienza necessaria per sviluppare impianti che offrono la massima sicurezza di processo e, in ogni caso, l'intero impianto viene configurato su misura per l'ambiente produttivo.

I costruttori di macchinari del sud della Germania sono ottimisti riguardo al potenziale economico della loro tecnologia, come nei mercati asiatici emergenti, dove dimostra tutta la propria efficacia in una produzione automobilistica in fortissima espansione, che nei prossimi anni costringerà numerose aziende di lavorazione conto terzi ad aumentare le proprie capacità produttive. EMAG Automation propone una soluzione per l'industria meccanica che offre una risposta mirata allo sviluppo tecnologico futuro. Uno sguardo alla costruzione dei motori per i veicoli commerciali moderni evidenzia chiaramente come questo sviluppo sia di fatto complementare alla tecnologia di giunzione. I motori sono dotati di alberi a camme con elementi a cuscinetto integrati. Di conseguenza i processi finali di rettifica dell'albero non sono più possibili perché i trucioli prodotti potrebbero danneggiare i cuscinetti. Per questo motivo si impiegano esclusivamente alberi compositi – un approccio costruttivo che, in futuro, è destinato ad acquisire importanza nel settore dei veicoli commerciali.

Referenti

Oliver Hagenlocher

Press and publishers

Telefono: +49 7162 17-267
Fax: +49 7162 17-199
E-mail: communications@emag.com

Immagini